GRAZIE PER LE 40.000 VISITAZIONI

CARI AMICI DEL BLOG con questa bella foto che Stefania Genovese mi ha scattato durante la presentazione del mio ultimo libro ad Abano ...



CARI AMICI DEL BLOG con questa bella foto che Stefania Genovese mi ha scattato durante la presentazione del mio ultimo libro ad Abano a novembre 2017, vi mando tutta la mia gratitudine. Grazie per seguire questo blog "Per una buona vita" festeggio con voi oggi le 40.000 visitazioni. In questo mio giornale interattivo on-line inserisco periodicamente post sul movimento, sulla spiritualità, sul Pensiero Positivo, sulla Creatività, sui sentimenti, sul sesso, sulla mia Dietetica Olistica Innovativa®, sulla nuova dieta del DNA, sulla cultura e sugli eventi che mi vedono coinvolta durante l’anno e che possono essere di aiuto a chi mi segue. Queste tematiche sono alla base anche del mio lavoro di dietista olistica che porto avanti da più di vent'anni a Perugia, a Foligno e ad Abano Terme (PD) presso il bell'hotel Terme All'Alba.



Dal titolo di questo blog il 22 settembre 2017 è uscito il mio quinto libro di aforismi "Per una buona vita" di Bertoni editore dove potete ordinare questo libro e "KO al cancro". Altrimenti ordinateli alla Mondadori o su Amazone.



Nel blog trovate il post nel quale condivido con voi la prima presentazione del libro "Per una buona vita":

Trasformate ciò che leggete in questo blog e nei miei libri in azione perché AGIRE è l’unico modo per avere ciò che desiderate. Cercate sempre una soluzione ma ponete in atto tutte le azioni. Tutto dipende da voi e questo libro vi vuole dare la forza, il coraggio e la gioia di staccarvi dalle situazioni scomode per scegliere vie più consone a voi e più felici. Questo mio aforisma dal libro "Per una buona vita" è un ottimo monito per oguno di noi:

Diventate consapevoli del vostro potere personale e di quanto esso vi permetta di realizzare i vostri desideri, ma smettere di lottare per ottenerli. Questa è l'essenza della Tecnica del Pensiero Positivo Creativo che porta ad agire per avere i risulatati voluti e che con successo abbino alla Dietoterapia basata sui testd del DNA per i miei pazienti e sul quale tengo seminari:

Cari amici del blog vi sono grata già da ora per i vostri riscontri positivi, per i vostri consigli e anche per le vostre critiche se saranno fondate e poste in modo benevolo e costruttivo. Esistono tante tecniche, tanti approcci scientifici e olistici altrettanto validi e importanti che ancora possono essere utilizzati, oltre a quelli che io espongo. La flessibilità di pensiero e il far tesoro delle opinioni degli altri sono, infatti, le basi della Creatività e sono indispensabili per l’evoluzione. Quindi riflettete e evolvete soltanto quando ciò vi serve a stare bene. Ma sceglietevi come persona d'amare e amate tutto ciò che fate. Anche seguire una dietoterapia e un esercizio fisico costante sono mezzi per prendervi cura di voi e vanno portati avanti con fiducia e con entusiamo.

Ancora grazie per avermi aiutato a raggiungere le 40.000 visitazioni, ho fiducia che i post che inserisco per voi siano piacevoli e consistano sempre in consigli pratici e facili che rendano "buona" la vostra vita.Vi lascio con un altro mio aforisma dal libro "Per una buona vita" nella bella immagine di Layla Crisanti della Logos Comunication:

Resto in attesa di vostri suggerimenti per rendere sempre più piacevole questo blog e utile per rendervi sereni e vincenti. BUONA VITA A TUTTI. CON GIOIA. EMMA VITIANI




SCEGLI LA SALUTE world cancer day 2018

  I MESSAGGI CHIAVE DEL World Cancer Day 2018: “We can e J can CARI AMICI  il titolo di questo post è SCEGLI LA SALUTE per i...



 
I MESSAGGI CHIAVE DEL World Cancer Day 2018: “We can e J can

CARI AMICI  il titolo di questo post è SCEGLI LA SALUTE per il ruolo determinante che ognuno di noi ha e può avere per prevenire il tumore e le malattie come conferma lo slogan "We can. I can".
Il World Cancer Day 2018 - in programma il 4 febbraio - vuole lanciare un messaggio di responsabilità individuale, per combattere una delle principali minacce alla salute nel mondo. Un impegno che in Italia ha già permesso di ottenere i primi, seppur parziali, frutti: "Grazie a terapie efficaci e campagne di prevenzione", cionferma l'Associazione italiana oncologia medica presentando le ultime stime sul fenomeno lo scorso settembre, "sono aumentate del 24% in sette anni le persone vive dopo la scoperta della malattia". La LILT, Lega Italiana Contro i Tumori, ha aderito alla Giornata Mondiale contro il Cancro promossa dall’UICC, Unione Internazionale Contro il Cancro, organizzazione non governativa, di cui la Lega è membro, e che rappresenta associazioni impegnate contro la malattia in oltre cento Paesi e sostenuta dall’OMS, Organizzazione mondiale per la Sanità. Anche quest'anno, la giornata scelta è l 4 febbraio e il fine è "Combattere il cancro con la Prevenzione”. Mantenere uno stile di vita sano ed eseguire screening periodici. Queste due accortezze, da sole, ridurrebbero notevolemente l'insorgenza di tumori e permetterebbero di effettuare diagnosi precoci, necessarie per il trattamento della malattia. 

Ho dato a POST il titolo "SCEGLI LA SALUTE" perchè ognuno di noi può fare tanto per prevenire il tumore e vivere una vita sana e serena. Già nel 2004, nel mio primo libro “LA DIETA OLISTICA” Mir ed, ho parlato del rapporto carni e tumori. Nel mio secondo libro “LA MIA DIETETICA INNOVATIVA” Tecniche Nuove ed. 2011 ho inserito un intero capitolo sulle norme per la prevenzione del tumore. Il mio quarto libro "KO al cancro" edito da Bertoni editore 2016 è tutto un inno a scegliere un sano stile di vita, mantenere un peso accettabile per il rapporto certo tra obesità e tumore, scegliere una dieta alcalinizzante, (varia, gradevole con molta verdura e frutta e poca carne) un movimento costante e un atteggiamento positivo nei confronti della vita.


Per riflettere sui cibi da preferire e da moderare per la profilassi del cancro ho inserito per voi, in basso, una mia slide che pensate risale al 2005, quando ho tenuto a Pescara una conferenza sul rapporto tra dieta e cancro per l'Associazione GAIA (donne operate di tumore al seno). LA SLIDE EVIDENZIA I CIBI CHE POSSONO FAVORIRE L’INSORGENZA DEL TUMORE (nella parte rossa) e I CIBI CHE HANNO, invece, UNA FUNZIONE PROTETTIVA:


Coloro che consumano alti quantitativi di carne rossa e insaccati hanno il 50% in più di possibilità di ammalarsi di queste forme tumorali, rispetto a coloro che ne fanno meno uso e questo dato giustifica la dieta vegetariana come prevenzione. La carne in sé non sembra in grado di innescare i tumori, ma è vero che i grassi animali veicolano facilmente i residui di pesticidi, erbicidi e fungicidi usati in agricoltura, e “trasportano” anche la ricaduta delle sostanze radioattive e il benzopirene, che promana dalle città inquinate.

26 OTTOBRE 2015 l’OMS CONFERMA LA PERICOLOSITA’ DELLE CARNI

L'International Agency for Research on Cancer (IARC) dell'Oms attraverso un gruppo di lavoro di 22 esperti di 10 diverse nazioni ha confermato che le carni lavorate come pancetta, salsicce, carni in scatola e sughi di carne già pronti sono cancerogene e vanno inserite nel gruppo 1 delle sostanze che causano il cancro a pericolosità più alta come il fumo e il benzene. Meno a rischio sono le carni rosse non lavorate, inserite fra le probabilmente cancerogene. COME SI EVIDENZIA BENE NELL'IMMAGINE DELL'AGI:


Gli esperti hanno affermato che ogni porzione di 50 grammi di carne lavorata mangiata ogni giorno aumenta il rischio di cancro colon-retto del 18%.

PER CARNI LAVORATE s’intendono tutte quelle trasformate attraverso salatura, stagionatura, fermentazione, prodotti affumicati o altri processi per aumentare il sapore o migliorare la conservazione.
PER LA CARNE ROSSA l'Oms specifica che si riferisce a tutti i tipi di carne muscolo di mammifero, come la carne di manzo, vitello, maiale, agnello, montone, cavallo e capra.
 

Un discorso che ho trattato nel penultimo post sull'intolleranza al latte, è il rapporto tra lattem, latticini e tumore che è stato confermato   dagli studi di T. Colin Campbell, autore del China Study E SUL RUOLO PROTETTIVO DI FRUTTA E VERDURA nella giusta quantità giornaliera.

 
Il mio consiglio è di ridurre la frequenza delkle carni, affettati compresi e sempre dopo aver eliminato grasso e pelle, a 3-4 volte la settimana  e decidere due giorni es. Lunedì e Venerdì di fare una dieta vegetariana senza latte, formaggi e carni, come ho suggerito nei miei post sull'importanza dell'istanza vegetariana per la salute e nei miei libro.
SCEGLIETE LA SALUTE amici cari e avrete una buona vita. CON GIOIA EMMA VITIANI



L'INTOLLERANZA AL LATTE E LATTOSIO

CARI AMICI DEL BLOG oggi voglio illuminarvi su un tema che è importante per i bambini ma per la maggioranza di noi, in quanto sol...



CARI AMICI DEL BLOG oggi voglio illuminarvi su un tema che è importante per i bambini ma per la maggioranza di noi, in quanto solo il 30% degli adulti è in grado di digerire il lattosio.
Come trentina amante del latte e dei formaggi è una vera prova di coraggio spingere il lettore a non consumarne! Ma da anni, scienziati di fama internazionali e autorevoli autori di libri scientifici e di wellness offrono motivazioni valide per vivere sani senza questa piacevole bevanda. Da vent’anni ho diminuito drasticamente la frequenza del latte, anche come ingrediente degli alimenti e ne ho tratto grandi benefici. Scienziati di fama internazionale ci hanno messo in guardia sull’uso del latte e latticini e sul fatto che siano scatenanti, non solo di allergia e intolleranze, ma di numerose patologie e di alcune forme di tumore.
Conferma il mio punto di vista lo studio del Dottor Colin Campbell, contenuto nel libro “THE CHINA STUDY  legame tra cibo, salute e malattia e tumore" nel quale emerge il rapporto tra latte e latticini e tumore e tanti studiosi  nel corso degli anni hanno dedicato tempo e energia a stabilire questo nesso, 



Vent’anni di esperienza sulle Intolleranze Alimentari, nei miei Studi Dietetici, confermano il rapporto tra disturbi cronici e latte e tra benessere psicofisico e dieta di esclusione di albumina e caseina (le proteine che sono nel latte di mucca) e lattosio (uno zucchero del latte composto da glucosio e galattosio). Escludo periodicamente latte, latticini e lattosio dal 95 e posso confermare l'efficacia che questa esclusione periodica e terapeutica ha sulla salute e sulle affezioni gastro-intestinali e della pelle.

12 MOTIVI PER ESCLUDERE IL LATTE  
Nel mio quarto libro "KO al cancro: novità sui cibi, dieta del DNA, movimento e pensiero positivo" ho inserito un paragrafo "dodici motivi per escludere il latte" , per voi amici del blog tratterò i punti più importanti per spingervi ad una riflessione e a indagare se ne siete intolleranti.





MOTIVAZIONI PER NON FARE USO DI LATTE E LATTICINI:

Lascio a voi la lettura approfondita del paragrafo "12 motivi per esclidere il latte" dal libro "KO al cancro, ma spiego almeno le motivazioni primarie per voi amici del blog:

1) Il latte ha un alto contenuto di grassi, colesterolo e proteine che innescano allergie e intolleranze alimentari. Il latte è uno dei maggiori responsabili di allergie alimentari: durante la sua digestione, sono rilasciati oltre 100 antigeni che sono le sostanze che innescano le allergie. Nelle intolleranze alimentari non è facile individuare il cibo che crea malessere perché la reazione è subdola e tardiva e perché sono tanti i cibi consumati nello stesso pasto, ma molti sintomi sono da riportare al consumo di latte. Molti miei pazienti affetti da asma, rinite allergica, dermatite, psoriasi, problemi gastrointestinali, artrite reumatoide migliorano smettendo di consumare latte e alimenti che lo contengono.

2) Latte e latticini creano reazioni crociate d’intolleranza alimentare con tutti i cibi, quindi devono essere esclusi per un breve periodo per potenziare la disintossicazione con altri cibi che risultino tossici all’organismo.

3) Il 70% della popolazione mondiale è intollerante al lattosio. Il fatto che la maggior parte degli esseri umani reagisca con dolorosi sintomi gastrointestinali al consumo di prodotti caseari, dimostra che l’organismo umano non è fatto per il consumo di latte e latticini. La maggioranza delle persone che sono affette da problemi di meteorismo, tensione e dolore addominale, diarrea o alternanza dell’alvo trae un grande e immediato beneficio solo dall’escludere il lattosio es. usando latte senza lattosio o formaggi che ne sono privi come il grana, ma non basta escludere solo il lattosio.

4) I prodotti caseari producono alti livelli di grassi saturi e colesterolo, note cause di aterosclerosi che può condurre alla cardiopatia e di obesità. Tutti i formaggi contengono grassi e colesterolo sia quelli freschi che stagionati.


5) Nella “SINDROME DI DOWN l’effetto è sorprendente. In questi anni ho seguito diversi giovani pazienti affetti da questa sindrome e tutti hanno tratto giovamento con l’esclusione del latte e latticini soprattutto sulla diminuzione di muco nasale e sulla capacità di usare maggiore autocontrollo sugli alimenti, ciò li ha aiutati a diminuire senza fatica il peso corporeo, nonostante la loro genetica tendenza a ingrassare.

6) Il calcio è il minerale maggiormente presente nel nostro organismo ed è insieme al fosforo contribuisce alla formazione e alla solidità delle ossa e dei denti. La restante parte (1%), seppure modesta, interviene in diverse funzioni indispensabili: coagulazione sanguigna, contrazione muscolare, conduzione nervosa e anche liberazione di ormoni. L’importanza del calcio è sempre più rilevata nella riduzione del rischio di ipertensione arteriosa, di cancro al colon e alla prostata e dell’osteoporosi. Il latte e i prodotti lattiero-caseari (formaggi e latticini) costituiscono la fonte primaria per l’assimilazione di calcio ma possono egregiamente sostituiti sia dal latte di soia o di riso arricchiti di calcio che dalle acque minerali calciche, da alcune verdure a foglia verde e dalla frutta secca e di alcune tipologie di acqua minerale.:



TEST D'INTOLLERANZA O TEST DEL DNA?
Dal gennaio 2013, con l’intento di aiutare sempre meglio il paziente a prevenire le malattie, a migliorare lo il quadro clinico generale in caso di patologia e a ottenere un dimagrimento salutare e definitivo dal gennaio 2013 ho introdotto la dieta secondo il proprio DNA, individuato attraverso diversi test genetici che si effettuano generalmente con prelievo della mucosa della bocca. In questo modo, integro l’efficacia della DIETETICA OLISTICA INNOVATIVA® con la personalizzazione derivante dalla propria costituzione genetica. I test del DNA possono perfettamente completare i risultati del Cytotoxic test per le intolleranze. La differenza è che le intolleranze sono scatenate dall’inquinamento ambientale e dallo stress che sono due fattori che evolvono e che possono portare ad un periodico cambiamento delle risposte del Tes Citotossico, la predisposizione genetica non cambia e, quindi, almeno il risultato del singolo gene testato è definitivo. Il Cytotoxic test resta un esame prezioso che comporta grandi benefici e che può essere ripetuto ogni volta che una malattia, una lunga cura di farmaci, uno stress psicologico o un cambiamento ormonale crea nuovi sintomi che possono essere legati ad un cibo che l’organismo non tollera e che prende nuovi organi come bersaglio.



Se il test del DNA rileva la presenza del genotipo CC si ha un'intolleranza al lattosio che prevede un Protocollo di Nutrigenetica (dieta del DNA) basato sull'esclusione totale del latte e latticini e poi di una graduale reintroduzione. Resta sempre il consiglio di escluderli come mantenimento almeno due giorni la settimana e di ripetere l'esclusione totale per 21 giorni ogni qual volta ci sia una situazione di malessere, di stress o di peso.
 UN CONSIGLIO PREZIOSO PER LA DIETA

Tutte queste ragioni a favore dell’esclusione del latte e dei prodotti caseari, non intende demonizzarne l’uso ma vuole spingere il lettore a riflettere e a fare una scelta personale che può essere anche quella intermedia che porti a moderarne la frequenza settimanale. Anche chi esclude latte e latticini per scelta o perché intollerante può fornire all’organismo il calcio necessario con una dieta ricca di fibre integrali, ricca di verdure, legumi e frutta secca e tante cucine possono essere gustose sostituendo al latte di mucca il latte di soia o di riso o di avena.


L'ultima immagine che Layla Crisanti della Logos Communications ha elaborato per me sottolinea i benefici sull'intestino e sulla linea della dieta DNA e dell'esclusione del latte. Considerando l’effetto di tossicità tardiva dei cibi intollerati entro le settantadue ore, si potrebbe usare questo concetto scientifico per decidere di ESCLUDERE COME METODO LATTE E LATTICINI, ANCHE NEGLI INGREDIENTI, ALMENO DUE GIORNI LA SETTIMANA, es. Lunedì e Venerdì. Provare per credere! Verificare i miglioramenti di una dieta povera o assente di latte può essere un punto di partenza per pensare alla propria salute e operare una vera profilassi delle malattie.

Con la fiducia di esservi stati di aiuto vi auguro una buona vita. CON GIOIA EMMA VITIANI